domenica 27 maggio 2012

In fondo sbagliamo tutti. (2010)

Errare humanum est
così disse Seneca. Cadere nell'errore, sbagliare, è proprio di tutti gli esseri umani.
Certo, sbagliamo. Sbagliamo ripetutamente, tutti sbagliano.
Sbagli a buttare la cartaccia per terra, a scrivere sui muri, a tenere i gomiti sul tavolo.
Sbagli a fissare il sedere della barista la sera, a dare un occhiata di troppo all'uomo del tavolo accanto, a nascondere un segreto importante ad un tuo amico per proteggerlo.
Sbagli a studiare, sbaglia ad oziare, sbagli a lavorare.
E sbagliano il fumatore a fumare e il non fumatore a non farlo.
Sbaglia il ladro a rubare. Sbaglia il bugiardo a mentire. Sbaglia l'assassino ad uccidere.
Sbaglia l'ottimista a vedere il bicchiere mezzo pieno , sbaglia il pessimista a vederlo mezzo vuoto. Sbaglia il caritatevole a fare l'elemosina, sbaglia l'avido a non fare la cairtà.
Sbaglia l'ateo a non credere in nulla e sbaglia il credente a credere in qualcosa.
E' sbagliato avere coraggio, come avere paura.
E' sbagliato essere virtuosi, viziosi, onesti, bugiardi, essere pezzi di pane, essere stronzi patentati.
E ancora è sbagliato rimanere tranquillamente seduti a casa il sabato sera come è altrattanto sbagliato andare al pub a bere con gli amici o in discoteca ad accannarsi.
E' sbagliato essere di Sinistra com'è sbagliato essere di Destra. Essere un povero è sbagliato. Essere un ricco è sbagliato.
E facendo un ragionamento logico arriveresti alla conclusione che pure vivere è sbagliato, così come morire è fottutamente sbagliato.
Sbagliò Napoleone ad attaccare la Russia. Sbagliò Einstein a scoprire i poteri dell'atomo.
Gandhi ha sbagliato così come ha sbagliato Hitler.
Ha sbagliato Gesù a farsi inchiodare a quella croce.
Ha sbagliato quella stupida scimmia ad alzarsi sulle sue gambe e iniziare a porsi domande, a maneggiare pezzi di ossa e costruire pile di sassi, accendere fuochi e costruire piramidi e grattacieli.
Compri da persone che hanno sbagliato. Ti affidi ai testi e agli scritti di uomini che sbagliano. Ti confessi a dei pastori che hanno sbagliato.
Non troverai indietro, nelle pagine di storia, Uomini che nella vita non abbiano sbagliato. Ma sei vai a vedere, questi sbagli non sono altro che piccoli nei, puntini, che non intaccano al grandezza di un singolo uomo.
Ma dall'alto di questo libro di storia, i piccoli puntini non formano altro che una superficie nera e buia, e quindi, o ti affidi agli sbagli degli altri, sbagliando, o non ti affidi a nulla, sbagliando lo stesso.

Errare humanum est. Perseverare pure.


- Versione parzialmente riveduta e corretta di una mia nota su Facebook del 2010.

8 commenti:

  1. Beh, madre natura però non ha sbagliato quando ci ha donato le donne, queste splendide creature che ci completano e che... ehm! Ho sbagliato a scrivere questa risposta... Damn it!

    RispondiElimina
  2. Ora io ti chiedo: è sbagliato sbagliare? ù.ù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si. Ma forse mi sbaglio. :)

      Elimina
    2. Non potrebbe semplicemente essere che "sbagliare" sia sinonimo di "esistere"?

      Elimina
    3. E' la domanda che mi sono iniziato a porre dopo aver scritto questa nota. Due anni è ancora non ho trovato una risposta...

      Elimina
  3. Signora Sorina28 maggio 2012 11:52

    Sono il 5999 visitatore!

    RispondiElimina